17/12/2016 - Under 16, 10^Giornata

 

MyVolley – Vomien Legnano 3 – 0 (25-19; 25-13; 25-22)

 

VITTORIA E AUGURI DI BUON NATALE

 

Ritorna a vincere la nostra Under 16 in questa decima giornata prima dei saluti Natalizi. Si ritorna a vincere dopo la pessima prestazione contro Arluno che ci ha visto non pubblicare alcun commento dopo che nei tre set persi si è intravisto anche un 25-6 poco rassicurante. Non che questa gara possa cancellare in toto quella, però almeno abbiamo lasciato le nostre atlete con un sorriso che non vedevamo da molto tempo.

 

Primo set in affanno totale; non riusciamo a imporre il nostro gioco contro i poco tecnici avversari che si limitano a “buttarla di qua” con delle palle facili difficilmente “sbagliabili” …., e invece …. tanti, troppi, e i soliti costanti errori di difesa e attacco ci fanno chiamare due T.O. nei primi 15 punti, sintomo che qualcosa non funziona. Sul 13 a 2 Vomien, la lampadina si accende; flebile, appannata, tentennante ma si accende. Solo su servizio però riusciamo a riprendere e superare l’avversario che come sapevamo non riesce a reagire più di tanto. Set MV 25-19 per gentile concessione.

 

Il secondo parziale funziona bene, segno che questa volta i cambi possono (anzi devono (n.d.r.) fare la differenza. Pronti via (o quasi (n.d.r.) 20-10 per noi, e noi sempre a condurre. In questa fase le raghe sembrano più attente e attive ed anche gli attacchi si fanno più efficaci. Secondo set MV per 25-13 come (credo (n.d.r.) sarebbe stato lecito aspettarsi anche nel primo set.

 

Terzo set come il primo; e allora ci si chiede: “ ma ne cambiano 6 su 6 ? “. No, la risposta non ce l’avremo mai, perché l’avversario è sempre quello e noi, a parte un paio di cambi, pure. Quindi ? Il vuoto, errori su errori e la gente sugli spalti comincia a stranirsi. Addirittura, ma comunque brave a crederci, il Vomien riesce a mantenere le distanze almeno fino ai 20 punti, fino quando con un minimo di orgoglio riusciamo a strappar loro set e partita per 25-22.

 

Che dire; passi avanti, nessuno, passi indietro molti. Sul piano della grinta, n.p., sul piano del gioco idem, sul piano della gruppo pure; che il Natale porti consiglio ? Non era così il detto, ma il significato resta quello, e comunque, la differenza la devono fare loro.

 

Un Buon Natale a tutti

 

Prossimo incontro fuori casa il 15 Gennaio alle ore 11:00 contro il Kolbe di Legnano.

 

Stefano S.


03/12/2016 - Under 16, 8^Giornata

 

Pallavolo Sedrianese - MyVolley 3 – 0 (25-18; 25-20; 25-18)

 

ANCORA UN NULLA DI FATTO (bis)

 

Ottava giornata e ancora una sconfitta per la nostra Under 16; squadra che proprio non riesce a decollare seppure i presupposti di coach Tiziano fossero ben altri ad inizio campionato. Molte parole sono state spese per cercare delle cause o trovare dei rimedi, fatto sta che siamo al palo e con l’attuale “poco allettante” terza divisione all’orizzonte; …. se il “buongiorno si vede dal mattino” …..

 

Poco da dire; il primo set parte con delle novità, e forse la “botta” di non approcciare la gara col solito gruppo fa pendere subito la bilancia verso un parziale prima a favore e poi contro. Non che questo debba essere la scusa di questo avvio di gara, fatto sta che non riusciamo a recuperare, la fase di difesa ha le solite lacune, la fase di attacco, seppur ci provino, non è affatto efficace e si perde o sul muro avversario o sul nostro della palestra. Primo set Sedrianese 25-18.

 

Il secondo parziale parte come il primo; incapaci di reagire ci portiamo brevemente a ridosso delle avversarie che fortunatamente non premono sull’acceleratore e restano attaccate a noi (o noi a loro ? (n.d.r.). Recuperiamo un attimo ma è un recupero che ci illude subito. Verso fine set la stoccata di Sedriano ci lascia al palo. Anche il secondo set è a favore loro per 25-20.

 

Oramai il ghiaccio dovrebbe essere rotto. Sappiamo che questa squadra deve essere pungolata per reagire e dopo due set a zero, francamente un po’ ce lo si aspetta. Niente. Subiamo ancora l’iniziativa avversaria anche se il numero dei loro attacchi in tutta la partita non ha fatto la differenza; siamo ancora dietro e non riusciamo anche questa volta a mettere un freno alla loro corsa. Set e partita Sedriano per 25-18.

 

Come l’articolo precedente, non ci sono più ne scuse ne alibi. Ancora più di prima e ancora più di un anno fa, serve una scossa oppure, con più effetto, “una martellata”; le raghe vanno guidate e accompagnate verso una crescita graduale sia come singole che come gruppo. Soprattutto come gruppo. Si, ma adesso è anche ora che camminino coi loro piedini …..

 

Prossimo incontro fuori casa il 10 Dicembre alle ore 17:00 contro Arluno.

 

Stefano S.

27/11/2016 - Under 16, 7^Giornata

 

MyVolley – US Casterno 1 – 3 (20-25; 14-25; 25-14; 19-25)

 

ANCORA UN NULLA DI FATTO

 

Settima giornata e quinta sconfitta per la nostra Under 16 che a questo punto del campionato dovrebbe quantomeno interrogarsi su quale sia il motivo di questi risultati. Un pelo più presenti del solito, ma ancora lontane sia dalle avversarie, che non hanno di certo mostrato una pallavolo di livello superiore, sia dalle attese. Da sabato “si ritorna”, praticamente sempre fuori casa ….., che possa essere uno stimolo a rendere “pan per focaccia” ?

 

Il primo set parte ….. e questa volta non si capisce in che modo; le raghe sembrerebbero essere sul pezzo più di “altri inizi” ma i soliti errori di attenzione e conclusione non ci fanno produrre quello scatto che darebbe il morale perduto. Siamo sempre a condurre, e considerando l’avversario di turno basterebbe questo per crederci un pizzico in più; purtroppo subiamo le contromosse del Casterno, che da parte sua non molla e pur commettendo anche lui molti errori, non ci permette di allungare, anzi, ci raggiunge, supera e vince il set per 25-20, con un altro parziale da incubo (8-0 sul 20-17 (n.d.r.).

 

Difficile pensare che il secondo parziale si possa dare di più; ma il pubblico (giustamente (n.d.r.) ci crede, dovrebbero essere le raghe in campo a crederci maggiormente; alcune cose non vanno ancora al meglio, ed anzi peggioriamo anche su servizio, quel servizio che nella prima fase ci ha tenuto a galla. Secondo set Casterno per 25-14, “senza proferire parola”.

 

“Lasciate le speranze NOI che entriamo” sembrerebbero recitare i fumetti sopra le teste delle nostre atlete al fischio dell’arbitro; ma ecco che all’orizzonte appare una fievole speranza; speranza alimentata da una serie impressionante di servizi “+” e “++” (oggi le raghe dovrebbero sapere cosa significano (n.d.r.) che di fatto annientano le avversarie nel terzo parziale. Il risultato di 25-14 MV fa il resto, ma la consapevolezza che serve costanza rimane un’amara certezza.

 

“Eppur si muove” sembrerebbe recitare qualcuno sugli spalti. E’ tutto fumo negli occhi purtroppo. Rientriamo in campo con una flemma imbarazzante. Errori banali in entrambe le fasi ci fanno perdere le tracce dell’avversario. Tracce che a sprazzi riprendiamo a seguire, ma che si limitano alla speranza di replicare i servizi positivi del terzo set più che in una migliore finalizzazione o lettura del gioco. Set e partita al Casterno per 25-19.

 

Non ci sono più scuse ne alibi. Qualcuno (Velasco (n.d.r.) recitava che “molte azioni non vanno commentate ma risolte”; generalizziamo, serve una scossa, un brivido, un salto triplo carpiato per sistemare la situazione. E anche in fretta; questa sarà la nostra U18 il prossimo anno ? A voi l’ardua sentenza.

 

Prossimo incontro fuori casa il 3 Dicembre alle ore 18:00 contro la Pallavolo Sedrianese.

 

Stefano S.


21/11/2016 - Under 16, 6^Giornata

 

Polisportiva Magenta 2012 – MyVolley 3 – 2 (18-25; 25-23; 16-25; 27-25; 15-11)

 

ANCHE A MAGENTA NON SI DECOLLA

 

Sesta partita di andata per la nostra Under 16 e le buone impressioni di settimana scorsa si sono alternate con “cupe” sensazioni, finendo ancora una volta con un nulla di fatto. A poco serve il punticino racimolato in quel di Magenta se non riusciamo a sfruttare al meglio attenzione e capacità di gioco.

 

Il primo set parte bene, con una sequenza su servizio riusciamo ad andare sul 4-0, anche se le avversarie sembrano un poco disattente, le nostre non riescono ad approfittarne e la partita si fa subito faticosa rispetto a quanto ci si potesse aspettare. Riusciamo a buttar via tutti gli accenni di fuga messi in piedi coi servizi con una sequela di errori raccapriccianti. In pratica l’avversario non fa nulla per “vincere il set” e di fatto ce lo regala, ma solo perché i loro errori sono di più dei nostri. 25-18 per noi.

 

Con questo ritmo è difficile chiudere bene ed agevolmente la gara, ed in effetti sarà così. Molto simile al primo set, anche questo secondo parziale si incanala subito sul punto a punto fino alla fine. Anche qui la differenza la farà chi sbaglierà meno. Questa volta loro. Secondo set Magenta per 25-23.

 

Nel terzo set pare che le raghe abbiano imparato la lezione. Basta crederci tirando fuori tutto il meglio che sappiamo fare. Non ci sono scuse che reggono. Deve uscire la “squadra”. E siccome ancora una parvenza di squadra non c’è, si deve far leva su quanto di meglio riusciamo a fare quantomeno individualmente. Ed anche in questa fase sono i servizi a mettere in difficoltà l’avversario. Ogni nostra fase è intrisa di errori, forse meno rispetto alle prime due, ma anche col Magenta sembra che ci si adegui più al gioco altrui che noi ad imporre il nostro. Fatto sta che siamo leggermente più incisivi in attacco e più attenti in difesa e questo ci porta sul 2-1 con un 25-16 per il MV.

 

Siamo al terzo e forse decisivo set visto questo appena finito. Con la giusta concentrazione ed attenzione possiamo far nostra la partita ed i tre punti. Purtroppo ripiombiamo ancora una volta in quelle amnesie che hanno contraddistinto i primi due parziali. Non riusciamo più ad essere efficaci nemmeno su servizio; il Magenta prende le misure e da parte sua pare crescere in entrambe le fasi di gioco lasciando qualche punto per strada ma senza prendere la fuga; fuga che siamo anzi noi a frenare perché con una differenza negativa di -7 riusciamo ad arrivare al 24 pari con un buon agonismo. Purtroppo sarà fine a se stesso, non riusciamo a far nostro il set con altri incredibili errori. Set Magenta per 27-25.

 

Peccato potevano essere tre punti d’oro. Sarà solo uno invece quello che ci porteremo a casa, perché nel tie-break le lacune difensive si fanno ulteriormente sentire e la gara si dirige presto verso un mancato lieto fine. Set e partita Magenta per 15-11.

 

Ancora una volta (la 5^ su sei partite (n.d.r.) l’interrogativo permane; ci consideriamo una squadra o i problemi sono solo di “apprendimento” ? Le ragazze si impegnano ma loro malgrado non riescono a mettere a frutto il lavoro della palestra. Occorre crederci maggiormente ? ……. noi siamo con voi !

 

Prossimo incontro in casa il 27 Novembre alle ore 18:00 contro il Casterno

 

Stefano S.


13/11/2016 - Under 16, 5^Giornata

 

MyVolley – Villa Cortese 3 – 1 (25-20; 25-17; 21-25; 25-16)

 

UNA BUONA PRESTAZIONE, … MA CHE TONFO IL TERZO SET !!

 

Siamo alla 4^ partita in casa su cinque totali e l’amarezza per non aver vinto ancora un set al PalaFormica fa crescere l’ansia da prestazione e l’incertezza di vedere e sapere se la nostra Under 16 riuscirà a far suoi i tre punti. Non che l’avversario sia temuto più di altri, (cosa che non dovrebbe mai essere (n.d.r.) ma se non si è ancora capito, la nostra pallavolo dobbiamo “giocarla assieme”.

 

 Il primo parziale parte assai bene; la spinta ce la danno i servizi, ed il parziale di 8-1 fa il resto; Villa Cortese in bambola anche per la giovane età e qualche errore di troppo. Il set scivola via apparentemente senza soffrire. Primo set MV per 25-20.

 

Questo si che è quel tipo di approccio che dovremmo mostrare ogni settimana; che sia la volta buona dopo le numerose cazziate alle raghe ? In effetti pare che tutto funzioni anche nella seconda fase; attente e precise soprattutto in ricezione, riusciamo a costruire con più continuità ed efficacia anche la fase di attacco, anche se incappiamo (meno (n.d.r.) nelle solite amnesia qua e la nel set. Anche il secondo set scivola via per il MV 25-17.

 

Bene dai non c’è da soffrire oggi !! L’avversario è grandemente alla nostra portata e riusciamo abbastanza bene a limitarne gli attacchi. Anche il terzo parziale si apre ottimamente e si incanala subito verso una fuga difficilmente contenibile. Sul 21-12 nessuno avrebbe potuto però immaginare che le “tenebre”, non il buio, “le tenebre” sarebbero scese sul PalaFormica. Il set si chiude qui per le raghe; sembrava quasi che aspettassero il fischio per andare sotto la doccia, …. si ma la partita finisce a 25 !! E così l’han chiusa le avversarie. Ci vorrebbe “ l’icona dell’urlo di munch “ per farvi capire. Set Villa Cortese per 25-21 con un tredici a zero di parziale come se avessero incontrato il minivolley.

 

Ci risiamo, grinta cercasi ! Ripercorse le situazioni di gioco del terzo parziale, coach Luca e coach Marco si accomodano in panchina certi che anche le loro strigliate lascino il segno. E così sarà, non sappiamo cosa avesse pervaso mente e fisico delle nostre atlete poco prima, ma l’approccio al quarto set lascia spazio a pochi fraintendimenti. Riscese in campo col giusto approccio, la lettura della partita ritorna sui passi con la continuità dei primi due set. Parziale e partita MV per 25-16.

 

Squadra o non squadra, questo è il dilemma ancora una volta. Lo stesso finale di articolo di settimana scorsa, perché ancora non siamo una squadra finché non si gioca coralmente. Appena scema l’attenzione e la capacità di imporre il nostro gioco, ecco che qualsiasi avversario appare insormontabile. Una buona prestazione si, ma ancora a tratti.

 

Prossimo incontro fuori casa il 19 Novembre alle ore 17:45 contro la Polisportiva Magenta 2012

 

Stefano S.


06/11/2016 - Under 16, 4^Giornata

 

MyVolley – Kolbe Verde 0 – 3 (11-25; 17-25; 10-25)

 

UN BRUTTO RISVEGLIO

 

Poco da fare contro la prima della classe. Nella quarta uscita della nostra Under 16 contava molto il “come” non il “quanto”. E’ stata una disfatta; e poco importa se nel secondo set abbiamo impensierito le ben più tecniche ragazze del Kolbe. E’ inutile nascondersi dietro un dito, occorre essere un gruppo prima di essere delle discrete singole. Cazziatone finale del DS Simone. Speriamo serva a qualcosa.

 

Primo set, uno a zero per noi con una azione da “palati fini”. Fine !! Calano buio e tenebre. Confuse e imbambolate sotto i colpi delle più “… tutto …” avversarie, non riusciamo a proferire azioni, parole, e fasi degne di chiamarsi tali. Hai voglia a sbracciarsi e confortare; nemmeno in panchina riusciamo ad essere unite in un sostegno unanime. Primo set Kolbe 25-11 e MV n.p.

 

Nel secondo parziale pare che qualcosina in più combiniamo. Riusciamo quantomeno a non far fuggire l’avversario che seppur più falloso rispetto al primo set, non sforna quelle giocate che ci lascerebbero senza fiato ad ammirare. Ribattiamo colpo su colpo con buone fasi di difesa e attacco, anche se quest’ultimo un po’ meno efficace di altre volte, procedendo sul punto a punto fino a metà set. Sarà forse stata la presenza di coach Simone ? Poi il Kolbe mette il turbo, cambia ritmo e la partita scivola verso un altro déjà-vu. 25-17 Kolbe.

 

Che sia suonata la sveglia ? Il terzo set sarà la fotocopia del primo purtroppo e l’incazzatura arriva più dalla “forma” che dalla “sostanza”; esiste anche l’avversario e questo era veramente tosto e tecnicamente superiore, però sarebbe dovuto essere il “come” avremmo affrontato questo tipo di avversario a dover fare la differenza non l’arrendersi ancor prima di affrontarlo. Le palle recuperate “contro il muro” sono lo specchio di come dovrebbe scendere in campo una squadra, non singole atlete, una squadra ! Set e partita Kolbe 25-10 e di nuovo MV n.p.

 

Squadra o non squadra, questo è il dilemma. Le parole di coach Simone a fine partita dovrebbero aver scoperchiato il vaso di Pandora su aspettative, obiettivi e fiducia reciproca, ammesso e non concesso che tali parole siano state intese e non “fraintese” ….; lavoro da fare ce n’era anche prima e di nuovo conterà il “come”.

 

Prossimo incontro in casa il 13 Novembre alle ore 18:00 contro il G.S.O. Villa Cortese.

 

Stefano S.


 

29/10/2016 - Under 16, 3^Giornata

 

Vomien Legnano – MyVolley 1 – 3 (19-25; 13-25; 28-26; 16-25)

 

VINTO ! …… MA ……..

 

Prima vittoria di stagione per la nostra U16 che fuori casa riescono ad avere la meglio sulle giovani avversarie del Vomien. Non bastano però tre punti per scrollarsi di dosso i dubbi su una prestazione con luci ed ombre; forse più ombre. Come poi ha ammesso anche coach Tiziano “ ….. abbiamo vinto si, ma occorre cambiare anche l’approccio alla gara quando non entra nulla; regalare un set inutilmente potrebbe costare caro alla fine. Facciamo tesoro dell’esperienza di oggi ……. “ Parole che devono suonare da monito, perché è ancora molto il lavoro da fare.

 

Il primo set parte bene, riusciamo subito a prendere il sopravvento anche se fatichiamo a metter giù la palla; sono i servizi a fare la differenza col Vomien che da parte sua svolge il compitino che la sua inesperienza probabilmente gli porta a fare. Primo set MV 25-19 tenendo a bada “la nostra” deconcentrazione.

 

Nel secondo parziale pare che le parole di Coach Tiziano lascino traccia nelle raghe non tanto per gli attacchi messi a segno (comunque esigui rispetto al margine ottenuto (n.d.r.), quanto per una sequela di servizi positivi da paura. Il Vomien sbanda messo in difficoltà dalle battute del MV che ne approfitta e prende il largo quasi subito. Secondo parziale MV 25-13.

 

Dovrebbe essere una passeggiata anche la terza fase pensiamo un po tutti. Non sarà così. Confuse, impacciate e lontane dalla prestazione dei primi due set, non riusciamo nemmeno su servizio a fare la differenza. La palla non cade a terra in pratica; il Vomien ne approfitta svolgendo il solito compitino e noi non cambiamo approccio alla gara. Non riusciamo ad imporre quelle contromosse che un gruppo coeso dovrebbe mettere in pratica. Set Vomien per 28-26

 

Terzo parziale e l’ombra del tie-break all’orizzonte; fortunatamente riprendiamo le redini della gara e riusciamo ad imporre quel ritmo che servizio ed una più attenta fase difensiva che ci si aspetta dopo ore ed ore a ripetere le stesse cose. Movimento, lettura del gioco, velocità, azione efficace. Set e partita MV per 25-16.

 

E’ lecito aspettarsi un po’ di più ? Siamo al secondo anno di U16; l’anno prossimo ci sarà il primo di U18. Quindi ? Dobbiamo ancora crescere come gioco di squadra ed approccio alla gara “durante la gara”; questo sarà il passo che ci permetterà di scendere in campo imponendo la nostra presenza.

 

Prossimo incontro in casa il 6 Novembre alle ore 18:00 contro il San Massimiliano Kolbe di Legnano

 

Stefano S.


23/10/2016 - Under 16, 2^Giornata

 

MyVolley – Voley Arluno 0 – 3 (24-26; 16-25; 20-25)

 

MIGLIORATE, MA NON BASTA !

 

Seconda sconfitta su due partite; buoni spunti per un commento positivo, ma non bastano le rimonte ed i brevi tratti a condurre la partita; serve lo sforzo corale per una prestazione vincente e convincente. Alti e bassi; in un contesto di pubblico calorosissimo a sostenere le nostre raghe, un ottimo primo set non ci fa “strambare” verso una prestazione all’altezza. Da rivedere !

 

Il primo parziale si apre come al solito un po’ “spento”; subiamo i servizi avversari, che prontamente questa volta riusciamo ad arginare quasi subito non lasciando scappare Arluno. Avversario che in parte subisce i nostri. Servizi che, lato MV, risulteranno essere di gran lunga la nostra arma migliore in questo set con parziali da brivido (8-0 (n.d.r.) che ci fanno recuperare, pattare e sorpassare Arluno. Dopo i due time out dell’avversario però qualcosa si blocca, o meglio, non continuiamo ad avere il “grip” sulla partita che lentamente scivola verso il 24 pari ed il sorpasso vittoria dell’Arluno. Primo set loro 26-24.

 

Questa volta la sensazione è che il ghiaccio sia stato rotto da noi. Purtroppo è solo un’impressione perché sebbene la fase d’attacco appare essere più efficace nel secondo set, è la difesa che tentenna e la concentrazione subito cala paurosamente; sintomo questo di una ancora poca costanza nella lettura delle giocate. Secondo set Arluno senza colpo ferire per 25-16.

 

Il terzo parziale deve essere quello della riscossa, della risalita per tentare di raddrizzare il match. Non sarà così neppure questo. Il parziale si apre bene per Arluno con servizi sempre incisivi; ma sebbene anche noi facciamo la nostra parte su battuta, è sempre la fase difensiva a risentirne pesantemente. Male nei posizionamenti, in ritardo sulle “pallette”. Set e partita Arluno per 25-20.

 

Occorre svoltare; le raghe sembrano alternare ottime giocate a paurosi cali di concentrazione ed agonismo. Si lotta e ci si crede su ogni pallone finché questo non cade a terra; è questa l’essenza del gioco di squadra e dell’essere un gruppo coeso. Occorre che la differenza tra giocate buone ed errori sia positiva. Quindi forza, noi tutti siamo SEMPRE con voi !!

 

Prossimo incontro fuori casa il 29 Ottobre alle ore 16:00 contro il Vomien di Legnano.

 

Stefano S.


16/10/2016 - Under 16, 1^Giornata

 

MyVolley – Pallavolo Sedrianese 0 – 3 (12-25; 18-25; 22-25)

 

UN ESORDIO DIFFICILE DA INTERPRETARE

 

Prima giornata di campionato Under 16 e prima sconfitta tra le mura del PalaFormica. Purtroppo la differenza con la Sedrianese, avversario di turno, non l’ha fatta di certo la tecnica o la supremazia dell’avversario, piuttosto la poca “voglia di crederci su ogni pallone” (come ha confermato anche coach Tiziano a fine gara (n.d.r.) e la mancanza di concentrazione in alcuni tratti della partita. Peccato, perché le tante buone cose viste ad Opera non hanno avuto alcun riscontro in questo primo match.

 

Il primo set inizia contratto, con quel solito timore di non saper riproporre ore ed ore di allenamento su posizioni, movimenti, e lettura della partita. Subiamo subito un parziale a sfavore che nemmeno i tanti migliorati servizi ci fanno recuperare. Sedriano vola via e chiude senza nessun accenno di rimonta sul 25-12 e se pensiamo che ad Opera contro Uniabita, Pro Patria e Gonzaga (tutte di eccellenza! (n.d.r.) abbiamo scavallato i venti ….

 

Abbiamo rotto il ghiaccio; anzi, ce lo hanno rotto loro …., ma forse è la botta che ci voleva per far vedere che anche noi siamo sul pezzo e che anche noi ce la possiamo giocare con tutte. In parte riusciamo a mostrare quei miglioramenti intravisti nelle amichevoli, ma siamo ancora lontani dal poter impensierire Sedriano, che dal canto suo non è che domina o fornisce una prestazione sopra le righe, semplicemente va su ogni pallone e ci crede molto di più ! Come spesso ci è capitato l’anno scorso, cadiamo in errori di attenzione o di movimento, siamo frettolose e non “leggiamo l’azione”; in entrambe le fasi facciamo fatica e la buonissima difesa avversaria fa la differenza per lo meno in questo set dove anche l’arbitro fa del suo ostacolando, con qualche decisione quantomeno discutibile, la rimonta delle nostre (6 e dico 6 falli di trattenuta (n.d.r.). Anche il secondo set si chiude a sfavore per 25-18.

 

Sarà il terzo il parziale della riscossa ? Qualche segno di reazione lo facciamo intravvedere e quella buona vena in battuta la riusciamo a mostrare anche se a tratti; in questa fase il Sedriano non mette la quinta e le raghe sono sotto. Non riusciamo mai a condurre noi ma nemmeno prendono il largo loro. Sul punto a punto arriviamo fino a 22, poi le solite amnesie difensive unite ad una non buona fase in attacco ci fanno sparire dai radar. Set e partita Sedriano per 25-22.

 

Ci consoliamo col terzo set o ci disperiamo per i primi due ? A voi (chi ha seguito (n.d.r.) l’ardua sentenza; la sensazione del redattore è che i “denti” quest’anno li abbiamo, il problema è non mordere sempre l’osso. Quindi forza e crederci in ogni fase, su ogni pallone ed in ogni situazione di gioco, perché come dice Velasco “ ….. gli schiacciatori NON parlano dell’alzata, la risolvono ….. “. Niente alibi quindi, il problema non è l’elettricista !!

 

Prossimo incontro in casa il 23 Ottobre alle ore 18:00 contro l’ASD Volley Arluno.

 

Stefano S.


1 e 2/10/2016 - Under 16, Opera Volley Cup 2016

 

MyVolley – Uniabita Cinisello (20 25; 19 25) Fase a gruppi

MyVolley – Gonzaga Giovani (17 25; 13 25) Fase a gruppi

MyVolley – Pro Patria Milano (15 25; 22 25) Fase a gruppi

MyVolley – Senago (17 25; 20 25) Semifinale 5°–6° posto

MyVolley – Pallavolo Cusano (25 17; 25 11) Finale 6°–7° posto

 

CI SONO SCONFITTE ...... E SCONFITTE. BRAVE E COMPLIMENTI PER IL 7° POSTO !

 

Rieccoci a raccontare la pallavolo delle nostre raghe. In una stagione che si preannuncia ricca di eventi e speriamo soddisfazioni, la nostra Under 16 è impegnata in un primo torneo ad Opera, anteprima di campionato su un palcoscenico che si preannuncia assai ricco di giovani talenti; citazione del regolamento, “In virtù dei risultati ottenuti nei campionati provinciali 2015-16, e della partecipazione al Girone di “Eccellenza” 2016-17, …...”

 

Non è possibile commentare ogni set, quindi partiamo dalla prima partita; impacciate ? nervose ? timide ? contro l’Uniabita (poi terza) ? Assolutamente no. Le nostre “quasi grandi” raghe entrano in campo convinte dei loro mezzi e sicure di ben figurare, o per lo meno di mettercela tutta; di fronte alle più titolate avversarie impediamo loro di prendere ne il sopravvento ne il comando della partita, che anzi a tratti controlliamo noi. Peccato per il risultato un po’ bugiardo, perché questa prima uscita “usma” di refresh agonistico.

 

Sulla falsa riga della prima gara, iniziamo bene anche la seconda; qui però è Gonzaga a farla un po’ da padrone impedendoci di giocare come sappiamo. Qualche errore in fase difensiva farà la differenza, ma la fase di attacco e soprattutto il servizio, è quella ciliegina che l’anno scorso era sempre ammaccata.

 

Si va tutte a dormire, la notte porta consiglio; sperem ! E così è in effetti. In buona parte rimaneggiate le raghe non si abbattono ed anzi nella prima partita domenicale contro Pro Patria, sciorineranno la prestazione migliore. Pensavate mai di prendere 22 punti al Pro Patria (squadra annualmente tra le prime 3 in ogni torneo/campionato (n.d.r.) ? Ebbene, oltre a questo fino al 22 per noi eravamo perentoriamente a condurre le danze ! La sconfitta ? Inesperienza dico io unita ad un pizzico di sfortuna.

 

La semifinale per il 5° e 6° posto è un po’ quanto coach Tiziano si aspettava, ma come ci siamo arrivate lo riempie di orgoglio e convinzione che il lavoro fin qui fatto ha dato, anzi, comincia a dare qualche frutto. Con Senago siamo ancora pimpanti e attente in ogni fase, ma le avversarie risulteranno essere l’osso più duro di questa due giorni pallavolistica.

 

E siamo anche noi in finale; quella per non accaparrarsi il “cucchiaio di legno”. Non sarà nostro ! Contro Cusano alle nostre raghe riesce tutto bene complice anche la giovanissima età delle nostre avversarie (il premio “miss” come atleta più giovane spetterà infatti ad una ragazza del Cusano, 12 anni e mezzo (n.d.r.) Proponiamo le solite velenosissime battute che perentoriamente ci portano avanti in entrambi i set che ci portiamo facilmente a casa.

 

Da questa prima uscita sono certamente emerse buone indicazioni; questo è il punto di partenza della stagione. La sensazione che si ha è che possiamo e dobbiamo farcela con l’impegno e la voglia costante di tutte. Se impegno e voglia rimarranno il fattore trainante del gruppo, i risultati arriveranno. Forza quindi !!! Crederci sempre, arrendersi mai !!!

 

Stefano S.